Facoltà di Teologia

Accreditamenti

L’Istituto Avventista di Cultura Biblica (IACB) appartiene al sistema mondiale di educazione avventista. Infatti, è accreditato, con la denominazione di Italian Adventist University Villa Aurora, presso l’Accrediting Association of Seventh-day Adventist Schools, Colleges, and Universities (AAA) della Conferenza Generale degli Avventisti del Settimo Giorno.

L’Istituto è riconosciuto “Level III”, cioè come istituzione educativa che offre “post-graduate courses and programs leading to master’s degrees or higher”.

L’Istituto è inserito nello Yearbook della Chiesa Avventista del Settimo Giorno.

Le lauree in teologia dell’Istituto Avventista di Cultura Biblica sono rilasciate sulla base dell’Intesa fra lo Stato Italiano e la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno in Italia (Legge 22 novembre 1988 – n. 516, come modificata dalla Legge 8 giugno 2009 – n. 67).

Per quanto riguarda l’ordinamento italiano, secondo l’articolo 14, comma 1, della Legge 22 novembre 1988, n. 516, così come modificata dalla Legge 8 giugno 2009, n. 67, “Sono riconosciuti, ai sensi della normativa vigente, le lauree in teologia ed i diplomi in teologia e in cultura biblica, rilasciati dall’Istituto avventista di cultura biblica a studenti in possesso del titolo di studio di scuola secondaria superiore”.

Secondo il D.M. Ministero dell’Università, dell’Istruzione della Ricerca (MIUR) 30 novembre 2010, attuativo della legge n. 516 del 1988, tali lauree, previste dal Regolamento accademico della Facoltà Avventista di Teologia dell’Istituto, sono:

Tali titoli accademici sono riconosciuti, a richiesta degli interessati, rispettivamente come laurea e laurea magistrale con decreto del MIUR, su conforme parere del Consiglio Universitario Nazionale, previo accertamento del conseguimento di almeno 180 crediti formativi per la laurea e di almeno 120 crediti formativi per la laurea magistrale.

È stata presentata al MIUR la richiesta per l’accreditamento di un nuovo indirizzo di Laurea magistrale in Teologia, “Pace, religioni e multiculturalità”.